5 aprile – 26 aprile 2024
Ingresso gratuito

La mostra “Icons, Innovations & Firsts. Stories of Heritage and Progress from the Levi’s® Archives” rappresenta un viaggio affascinante nel ricco patrimonio dell’iconico marchio di denim. I capi esposti provengono infatti dagli archivi di San Francisco, città natale del brand, e abbracciano l’innovazione e il progresso.

Tutto inizia con un’unione simbolica tra passato e presente: il Levi’s® Lot 201 Miner Jean, un jeans da lavoro ricoperto di gocce di cera di candela con le bretelle ancora attaccate, si affianca a un moderno Levi’s® 501® Jean, indossato dall’imprenditore più rivoluzionario del nostro tempo, Steve Jobs.

La mostra configura un percorso espositivo suddiviso in tre aree: Icons, Innovations & Firsts.

“Icons” presenta una selezione di capi indossati o interpretati da personaggi iconici: la giacca in pelle Menlo Cossack di Albert Einstein è affiancata ai jeans creati in collaborazione con la Warhol Factory, che raffigurano gli sketches de L’Ultima Cena realizzati da Andy Warhol, visibili con una luce speciale. A questi capi si uniscono il Damien Hirst Spin Art 501® Jean, la giacca Levi’s® realizzata in upcycling per la collaborazione con Miu Miu e i Levi’s® x Valentino 517 bootcut jeans.

“Innovations” comprende capi futuristici caratterizzati da un utilizzo sempre più sostenibile delle risorse, insieme a capi funzionali e smart, realizzati con le più avanzate tecnologie, come la Levi’s® x Google Jacquard Jacket, il Levi’s® Engineered Jean con 3D Design Innovation e gli ultra-sostenibili Plant Based e Circular 501® Jeans. A questi si affiancano capi storici già all’avanguardia, resi unici attraverso interventi di customizzazione.

“Firsts” illustra capi che sono stati pionieri in diverse categorie, i numeri uno per ordine o importanza. Il 9Rivet 501® Jean, risalente al 1873 o 1874, è il capo più antico sia in questa mostra che negli archivi Levi’s®, nonché probabilmente il più vecchio blue jeans “moderno”. Il Viola Jean, un raro jeans Lot 401 degli anni ’30, è ritenuto il primo e più antico jeans Levi’s® da donna.

La storia del marchio, così come la tela che sta al centro del suo DNA, si intreccia come nessun’altra alla storia di persone che hanno creduto profondamente che altri mondi fossero possibili, sostendo il progresso.

Dalla gold rush degli anni Cinquanta dell’800 alla rivoluzione tecnologica della Silicon Valley, dai minatori, cowboys e studenti agli inventori, pensatori e artisti, Levi’s® riflette la continua evoluzione dei tempi restando un’icona intramontabile.

Lunedì 14.30 – 19.30
Martedì, mercoledì, venerdì, domenica 9.30 – 19.30
Giovedì, sabato 9.30 – 22.30
ULTIMO INGRESSO UN’ORA PRIMA

Mudec – Museo delle Culture
Spazio delle Culture
Via Tortona 56, Milano

Levi Strauss Menlo Leather Coat
ca 1934

Steve Jobs 501®
1980s

Lot 201 Miner Jean
1901-1922

AVVISO AL PUBBLICO

La Collezione Permanente
potrebbe essere soggetta a chiusure domenica 21 aprile,
a seguito di uno sciopero del personale di sala.
Ci scusiamo per ogni possibile disagio.
Le mostre “Martin Parr. Short & Sweet”, “Picasso. La metamorfosi della figura e “Tatuaggio. Storie dal Mediterraneo” rimarranno regolarmente aperte.