L’esposizione illustra come la città di Milano abbia accolto e divulgato al grande pubblico le diverse culture non europee nel corso dei suoi più rilevanti eventi espositivi: dalle mostre di arti industriali nella seconda metà dell’Ottocento sulla stregua delle internazionali Esposizioni Universali, fino alla loro riformulazione nelle Biennali e Triennali degli anni Venti e Trenta del Novecento.

27 marzo / 19 luglio 2015
MUDEC Museo delle culture - Via Tortona 56, Milano

 Il visitatore attraversa cronologicamente le diverse esposizioni, cogliendone gli aspetti più rilevanti per quel che riguarda informazione e documentazione su paesi lontani insieme al mutare del gusto, alle distorsioni di rappresentazione e forzature. In mostra sono stati ricostruiti progetti architettonici e ambienti in grado di trasportare indietro nel tempo il visitatore che, attraverso accostamenti di oggetti e manufatti, dipinti, grafiche, stampe popolari, manifesti, fotografie, è invitato ad una riflessione sulle implicazioni ideologiche delle grandi Esposizioni internazionali e sull’impatto del confronto di culture sulla società italiana.
Mondi a Milano si avvale di un comitato scientifico composto da Fulvio Irace (Politecnico di Milano, Facoltà di Design), Anna Mazzanti (Politecnico di Milano, Facoltà di Design), Mariagrazia Messina (Università degli studi di Firenze), Antonello Negri (Università degli Studi di Milano),Carolina Orsini (Museo delle Culture), Marina Pugliese (Servizio Polo Arte Moderna e Contemporanea) e Ornella Selvafolta (Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura I).

cartolina-commemorativa-MilanoSalotto-stile-egiziano-Giuseppe-Parvis

Top