Italiani sull'Oceano. Storie di artisti nel Brasile moderno e indigeno alla metà del '900

Tra il 1930 e il 1950 due critici d’arte, Pietro Maria Bardi e Margherita Sarfatti, un’architetta, Lina Bo Bardi, e due artisti, Gastone Novelli e Roberto Sambonet, partirono con attese e obiettivi diversi per il Brasile.
Le idee e le opere che portarono con sé lasciarono tracce del loro passaggio nel giovane sistema artistico del paese. L’incontro con i nuovi processi di evoluzione urbana e con le nascenti estetiche moderniste e concretiste aprì per artisti e intellettuali italiani nuove prospettive di lavoro e al tempo stesso offrì la possibilità di sviluppare idee già in embrione nella terra d'origine.
Il gigantesco spazio storico e geografico della cultura nativa brasiliana ne segnò profondamente i percorsi, raccontati in mostra attraverso opere d’arte, oggetti e documenti.
L’esposizione dà particolare risalto alle relazioni artistiche italo-brasiliane nel corso del XX secolo, documentando percorsi umani e intellettuali intrecciati con la storia dell'arte e la storia delle culture. Il ricco patrimonio materiale e immateriale del paese sudamericano è parallelamente presentato in una selezione di oggetti e immagini della collezione amazzonica del MUDEC donati da Aldo Lo Curto.

Enti promotori dell’iniziativa sono il Museo delle Culture di Milano e il Dipartimento di Beni Culturali e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano, con il patrocinio del Consolato Generale del Brasile a Milano e con il sostegno di GRUPPO GAVIO. La mostra è curata da Paolo Rusconi (Università degli Studi di Milano) con Elisa Camesasca (Archivio Roberto Sambonet), Ana Gonçalves Magalhães (Universidade de São Paulo), Viviana Pozzoli (Università degli Studi di Milano), Marco Rinaldi (Archivio Gastone Novelli).

ORARI
BIGLIETTI
SEDE

INFO E PRENOTAZIONI:
0254917 | info@mudec.it


share

pam_00840_locurto-thumbcesti-china-su-carta-1952-thumblina-bo-bardi-largo-getulio-vargas-io-1946-china-e-acquarello-su-carta

Top

come-raggiungere-mudec