Milano Città Mondo #02 - CINA

Il Museo delle Culture e l’Ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano, con la collaborazione del Forum della Città Mondo, dedicano annualmente un focus a una delle numerose comunità internazionali presenti a Milano, con l’obiettivo di documentare la storia e le modalità di presenza, integrazione e cittadinanza delle diverse comunità internazionali che vivono nella città, anche attraverso il collegamento con gli oggetti del patrimonio del Museo.
Tra la fine del 2016 e i primi mesi del 2017 il tema di indagine sarà la Cina e i cinesi a Milano, cioè la più numerosa comunità di migranti, nonché la prima in ordine di tempo tra le tante che via via si sono insediate sul territorio cittadino.

A tale scopo, in collaborazione con l’Istituto Confucio Dell’Università degli Studi di Milano, con Docucity oltre che in relazione e con il sostegno di associazioni rappresentative della comunità cinese a Milano, è stato elaborato un palinsesto di attività, conferenze, esposizioni, film, visite guidate specifiche alle collezioni cinesi del MUDEC, laboratori – dalla calligrafia, alla ceramica, alla cucina – che si svilupperà nell’arco di sei mesi, per terminare poi con la mostra “CHINAMEN – un secolo di cinesi a Milano” che sarà allestita al Mudec dal 15 marzo 2017.

L’esposizione è il frutto di una ricerca partecipata condotta dal sinologo Daniele Brigadoi Cologna in archivi famigliari e pubblici negli archivi privati delle antiche famiglie italo-cinesi di Milano. La ricerca coinvolge giovani studenti in un lavoro di riscoperta e valorizzazione del retaggio sino-italiano della città, consentendo di raccogliere testimonianze e documenti che raccontano la storia dei cinesi di Milano a partire dalle sue origini, ponendo l’enfasi sul periodo fra il 1906 e il 1946, non dimenticando le vicissitudini del dopoguerra e l’avvio della seconda dinamica migratoria, dal 1980 ai giorni nostri.

Il lavoro svolto confluirà inoltre nella produzione e presentazione di un documentario a disegni animati dall’omonimo titolo CHINAMEN, realizzato dall’artista Matteo Demonte (già autore con Ciaj Rocchi della fortunata graphic novel “Primavere e Autunni”). Mostra e documentario hanno un particolare valore storiografico perché affrontano un periodo saldamente radicato nella storia sociale del capoluogo milanese, tanto da fornire le basi che consentiranno lo sviluppo delle migrazioni successive, le fila di rapporti famigliari transnazionali che nel corso del tempo non si sono mai interrotti del tutto. Si tratta del periodo meno conosciuto e anche di quello su cui si sono realizzate meno ricerche in Italia e a livello internazionale. La storia, che mostra e documentario racconteranno, muoverà i propri esordi a partire dalla partecipazione di commercianti cinesi originari del distretto di Qingtian, nella regione del Zhejiang, alla Esposizione Internazionale del Sempione del 1906. Renderà conto delle dimensioni transnazionali del flusso migratorio che comincerà a collegare alcuni contesti europei (in primis Francia, Olanda e Italia) con alcuni villaggi e alcune vallate del territorio d’origine degli emigranti in Cina, soprattutto a partire dalla fine del primo conflitto mondiale.

ORARI
SEDE

Info e prenotazioni:
0254917


cina-gallerycina-gallerycina-gallery
Top

come-raggiungere-mudec