42 events found.

LAVORARE A MILANO

Ho scelto Milano. Qualità e virtù della città più attrattiva d’Italia, meta dell’eccellenza internazionale

Giovedì 19 novembre ore 18:30

Evento online sulla pagina FB di Città Mondo

Milano ha vissuto un lungo momento di rinascimento: sede di diverse aziende multinazionali, tappa irrinunciabile dei tour turistici, nelle sue università ospita un numero sempre maggiore di studenti stranieri e ha realizzato manifestazioni capaci di attirare un numeroso pubblico anche da oltre confine. I cavalli di battaglia del Made in Italy, moda, design, ricerca scientifica, a Milano vengono esaltati e celebrati. Merito di tanto successo è anche delle professioniste che hanno scelto Milano come luogo in cui esercitare le proprie competenze e compiere le proprie aspirazioni. Spesso nate in altre città italiane o in altri continenti, oggi fanno parte del tessuto produttivo e rappresentano le voci alla guida della Città. Quali progetti hanno costruito e quanti traguardi desiderano ancora raggiungere?

Quali ricette per la ripartenza – post pandemia – vogliono confidare ai milanesi?

Ne parliamo con alcune delle protagoniste: Camila Blanco (lighting designer e docente),

Meryem Bursali (interior designer e imprenditrice), Maria Grazia Magro (responsabile Strategy and Scientific Affairs Human Technopole), Natasha Slater, (pr e fondatrice di Dinner Conversations). Coordina: Kibra Sebhat.

EMIGRARE A MILANO

La mia nonna mi ha insegnato a cantare “O mia bela Madunina”

Giovedì 5 novembre ore 18:30

Evento online sulla pagina FB di Città Mondo

Le ragazze e i ragazzi di Swap (Share With All People, condividere con tutti), sono un gruppo di giovani di diverse radici nazionali e religiose – di cui la maggioranza italo-egiziani- musulmani e copti – che, nel 2013, si sono riuniti in un’associazione studentesca dell’Università Cattolica di Milano aperta a chiunque avesse voglia di condividere le proprie esperienze di vita.

Confrontandosi, hanno trovato un filo rosso che lega molte delle loro storie: una “nonna” italiana acquisita; una donna che ha avuto per loro una speciale funzione di mentore, che li ha accolte/i, accudite/i in un rapporto di reciproco affetto e supporto, aiutate/i a fare i compiti, a parlare con le maestre, facilitando anche i loro genitori ad interagire con la società circostante. Una figura spesso silenziosa ed invisibile che ha però avuto un ruolo essenziale nel percorso di trasmissione di valori per le/i giovani italiani con una doppia cultura da gestire e codificare.

“Riconoscere il loro aiuto è necessario per rigenerare ciò che ci è stato tramandato e ritrasmetterlo a nostra volta”, dicono gli Swappers. Da qui, l’idea di raccogliere altre esperienze analoghe attraverso una Call For Experiences che porterà poi ad una selezione di storie e aneddoti che verranno condivisi insieme al pubblico del Mudec. Ci racconteranno le loro esperienze: Angela Elizabeth de Ocampo, Alex Iraheta, Jasmin El Habak, Valeria Bhna e Mariam El Habak. Coordina Wael Farouq

A cura di Associazione Swap 

La danza e il folklore di Santiago del Estero

La danza e il folklore di Santiago del Estero Mudec
Lezione/conferenza
Sabato 10 ottobre ore 15.00
Auditorium
In occasione della mostra “Il mio letto è un giardino – Mi cama es un jardín. I tessuti delle donne del monte quichua (Santiago del Estero, Argentina)”, presso l’Auditorium del MUDEC, l’insegnante di folklore argentino Elisa Pavin terrà una lezione/conferenza sulla chacarera e le altre danze tipiche di Santiago del Estero.
La durata della lezione sarà di 2 ore.
L’evento è in collaborazione con il Consolato generale dell’Argentina a Milano.
L’ingresso è libero e gratuito fino ad esaurimento posti, con obbligo di prenotazione tramite il seguente link

INCONTRARSI A MILANO

Il mondo in una stanza

Luoghi di incontro e di aggregazione interculturale.
Milano città di incontri. Incontri nelle vie dei suoi quartieri storici, nei suoi locali moderni, nelle sue stazioni e piazze affollate. Incontri tra amici davanti a un caffè, oppure frettolosi, casuali, talvolta inaspettati.
C’è poi chi dell’incontro ha fatto uno stile di vita e un lavoro; donne che hanno creato dei nuovi luoghi di aggregazione e discussione, dove si va appositamente per incontrarsi – dove si incrociano traiettorie di vita iniziate in luoghi lontani e diversi.
Si tratta una libreria/co-working, un ostello/caffè letterario, una sala da tè dove si fa anche meditazione zen e un centro di aggregazione culturale che sanno di casa e anche di altrove. Hanno in comune il fatto di essere voluti e gestiti da donne di diverse provenienze geografiche, che hanno scelto di costruire spazi di socialità e condivisione che non esistevano e che sono presto diventati punti di incontro e di scambio interculturale per tutta la città. Ci racconteranno le loro esperienze: Wu Di (XingCha. Oriental Tea Culture), Asli Haddas (Gogol’Ostello), Fayza Ismaeil (Casa Araba) e Patty Wong (Aspirin Lifestyle Bookstore). Coordina: Donatella Ferrario (scrittrice e giornalista, autrice con Fabrizio Pesoli di Milano Multietnica).
Ingresso gratuito

VISIONI D’ARTE – LE MUSE INQUIETANTI. L’ALTRA METÀ DELL’ARTE

Visioni_dArte_08.03.2020-1

EVENTO ANNULLATO

Domenica 8 marzo alle ore 16.30
Auditorium
L’Associazione Culturale Silvia Dell’Orso, in collaborazione con il Mudec presenta la nona edizione della rassegna quest’anno curata da Paola Scremin e Micol Veller. Con il supporto di documentari di divulgazione va in scena il racconto di chi – artista o architetto, designer o storica dell’arte – ha lasciato tracce importanti del talento delle donne nel patrimonio culturale internazionale.
La quarta giornata è intitolata “Coppie d’assi”.
Frida e Diego
Inedito (3’), Messico, 1953 © Fonoteca Nacional de
Mexico registrazione attribuita alla voce di Frida Kahlo
Il mondo di Ray e Charles Eames
estratto (20’), Usa, 1955,
di Horst Brandeburg © Rm Associates
Jeanne Claude e Christo
(3′), Italia, 2016, © Hartburger blog
 
Umbrellas
estratto (25′), Usa, 1985, di Albert e David Maysles,
© e gentile concessione Maysles Film
Sten & Lex: occhi al cielo
estratto (6’), Italia, 2015 © e gentile concessione
di Fabrizio Boni e Giorgio De Finis
 
Marina Abramovic e Ulay
(3’), Italia, 2016 © Hartburger blog
Imponderabilia
estratto (9’), Italia, 1977, di Mario Carbone
© Archivio Fotografico Mario Carbone
A cura della: Associazione Culturale Silvia Dell’Orso
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

VISIONI D’ARTE – LE MUSE INQUIETANTI. L’ALTRA METÀ DELL’ARTE

Visioni_dArte_01.03.2020-1

EVENTO ANNULLATO

Domenica 1 marzo alle ore 16.30
Auditorium
L’Associazione Culturale Silvia Dell’Orso, in collaborazione con il Mudec presenta la nona edizione della rassegna quest’anno curata da Paola Scremin e Micol Veller. Con il supporto di documentari di divulgazione va in scena il racconto di chi – artista o architetto, designer o storica dell’arte – ha lasciato tracce importanti del talento delle donne nel patrimonio culturale internazionale.
La terza giornata è intitolata “Architettura, sostantivo femminile”.
Cini Boeri
Estratto daIl designer, Inchiesta sulle professioni.
(6’), Italia,1974,di Milo Panaro e Fulvio Rocco, © Rai Teche
Maddalena de Padova
estratto (6’), Italia, 1999, da Lezioni di design,
di M. Malabruzzi, A. Del Gatto e S. Casciani,
intervista di Ugo Gregoretti © Rai Teche
Gae Aulenti
Una stazione per Gae, estratto(4’), Italia, 1981,
da Tam Tamdi Anna Maria Tatò © Rai Teche
Zaha Hadid. Il mio Maxxi, la mia Italia
estratto (6’) Italia, 2017, di Alessandro Giacobbe e Matteo Moneta
© e gentile concessione SKY Arte
 
Nathalie du Pasquier
estratto (17’), Italia, 2003,
di Pino Corrias e Francesco Stasi, regia Mario Zanot
© gentile concessione Cartiere Vannucci, Kasta
 
La natura di Giulia Maria Crespi
(30’), Italia, 2007, da Magazine 2, di Antonello Aglioti, © Rai Teche
A cura della: Associazione Culturale Silvia Dell’Orso
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

VISIONI D’ARTE – LE MUSE INQUIETANTI. L’ALTRA METÀ DELL’ARTE

Visioni_dArte_16.02.2020-1Domenica 16 febbraio alle ore 16.30
Auditorium
L’Associazione Culturale Silvia Dell’Orso, in collaborazione con il Mudec presenta la nona edizione della rassegna quest’anno curata da Paola Scremin e Micol Veller. Con il supporto di documentari di divulgazione va in scena il racconto di chi – artista o architetto, designer o storica dell’arte – ha lasciato tracce importanti del talento delle donne nel patrimonio culturale internazionale.
La prima giornata è intitolata “Le pioniere dell’avanguardia”.
Tamara De Lempicka
estratto da La cultura dell’occhio(7′), Italia, 1993
di Sandro Lai, regia Annamaria Gerli,  © Rai Teche
Benedetta Cappa Marinetti
estratto da Il futurismo in Sicilia(3’), Italia, 2012
di Salvo Cuccia © e gentile concessione CRICD
 
Raphael Mafai. Antonietta e le altre
estratto (9’), Italia, 2013
di Lucia Correale e Alessandra di Marco© Rai Teche
Torino. Una donna: Carol Rama
estratto (18’), Italia, 1983, di Edmo Fenoglio © Rai Teche
Carla Accardi, Giosetta Fioroni, Mirella Bentivoglio
(14’), Italia, 2017, di Federico Cataldi © e gentile
concessione Va.Le. Cinematografica 78
Sono Fernanda Wittgens. Una vita per Brera
(24’), Italia, 2018, a cura di Daniela Annaro
© e gentile concessione Associazione Chiamale Storie
Palma Bucarelli. Galleria d’Arte Moderna di Roma.
estratto da L’Approdo(8’), Italia, 1963 © Rai Teche
A cura della: Associazione Culturale Silvia Dell’Orso
Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili

Disordine e Armonia. Donne e Uomini, Terre e Cieli

Disordine&armonia_1200x628-1Dal 3 febbraio all’8 febbraio
Auditorium
TAVOLA ROTONDA
dalle ore 15.30 alle 18.30
In occasione della Interfaith Harmony Week 2020, il Mudec in collaborazione con Unione Induista Italiana Comunità Ebraica di Milano e COREIS Comunità religiosa islamica italiana propone una settimana dedicata ai rapporti tra le fedi. Il tema dell’ambiente e della sua cura sarà il fil rouge che unirà i diversi laboratori e le giornate di studio. In un dialogo attivo con gli studenti, con i partecipanti e con i rappresentanti delle cinque tradizioni religiose si cercherà di evidenziare il ruolo che ciascuno può avere nel favorire un maggiore rispetto verso l’ambiente.
Modera: Dott. Gadi Luzzatto Voghera (Fondazione CDEC)
Saluti autorità:
Dott.ssa Anna Maria Montaldo (Direttrice del Mudec)
Dott.ssa Anna Scavuzzo (Vicesindaco di Milano)
Prefetto Giovanna Maria Iurato (Direzioni centrale per gli Affari di culto)
*Dott. Raffaele Cattaneo (Assessore all’Ambiente e Clima della Regione Lombardia)
Dir. Marco Bussetti (Direzione Ufficio Scolastico Territoriale di Milano)
Interventi:
On.le Grazia Francescato (Giornalista e scrittrice, già presidente dei Verdi Italiani)
Rav. Alfonso Arbib (Rabbino capo di Milano)
Don Giuliano Savina (Direttore UNEDI, Conferenza Episcopale Italiana)
Prof. Roberto Maier (Docente di Teologia Università Cattolica del Sacro Cuore)
Imam Yahya Pallavicini (Presidente Comunità Religiosa Islamica COREIS)
Avv. Filippo Scianna (Presidente Unione Buddhista Italiana UBI)
Svamini Hamsananda Ghiri (Vicepresidente Unione Induista Italiana)
A seguire
Interludio artistico “Teofonia: note di fede per un’unica armonia” dalle ore 20.00 alle 22.00
“Teofonia: note di fedi per un’unica armonia” è un progetto che punta a lanciare un messaggio forte rivolto a tutti con l’intento di diffondere e sostenere la conoscenza di buone pratiche di dialogo contro le discriminazioni e le strumentalizzazioni delle religioni nella società italiana.
Orari apertura mostra:mattina dalle ore 12 alle 15, pomeriggio dalle ore 18 alle 19.30
La mostra approfondirà attraverso pannelli grafici i principi fondanti di ciascuna delle fedi coinvolte nel progetto.
A cura di: Unione Induista Italiana
Mostra: Ingresso gratuito.
Per info e iscrizioni: online sul sito www.disordinearmonia.it
 

PRIMA DIFFUSA 2019: TOSCA

Sabato 7 dicembre ore 16.00banner-prima-diffusa-fb
Sede: Auditorium Mudec
Il 7 dicembre il Mudec ospita Tosca di Giacomo Puccini, l’opera che inaugura la stagione scaligera.
Ore 16.00 Guida all’ascolto curata dall’Accademia Teatro alla Scala
Ore 17.30 Arte in scena. Il dietro le quinte dei costumi dell’opera, a cura di Kikka Ricchio.
Ore 18.00 proiezione diffusa dell’Opera
Il Teatro alla Scala inaugura la stagione lirica 2019/2020 con la Tosca di Giacomo Puccini, diretta da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore.
Il Mudec, nell’ambito del progetto Prima Diffusa, ospiterà la proiezione di quest’opera intramontabile, giunta al suo 119° compleanno.
L’evento sarà preceduto da una Guida all’ascolto, per poi proseguire con un breve approfondimento sul tema dei costumi di scena della Madama Butterfly, ospitati in museo in occasione della mostra “Impressioni d’Oriente. Arte e collezionismo tra Europa e Giappone”.
Al termine della rappresentazione il pubblico potrà visitare l’esposizione dei costumi.
Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Il potere e le rose

BC19_Mudec_1200x628-1
Con Lilli Gruber e Beppe Severgnini
Domenica 17 novembre alle ore 20:00
Sede: Auditorium
Pace a tutti gli uomini di buona volontà. Ma guerra all’internazionale del testosterone: da Trump a Putin fino ai macho di casa nostra. Basta. È ora di dire no a chi è ancora convinto di poter negare alle donne la parola, il profitto, il piacere. È urgente fare rete e conquistare una nuova visibilità, contro la volgarità e la violenza dilaganti. Ne va del futuro di tutti.