4 events found.

World Anthropology Day 2020 – Antropologia pubblica a Milano

AnthroDay2020_ore18.00_1200x628-1“Leggere le culture”
Giovedì 20 Febbraio alle ore 18.00
Sala Lettura della Biblioteca

Per la seconda edizione italiana World Anthropology Day (#anthroday), iniziativa lanciata dall’American Anthropological Association, nel 2020 viene rilanciata la sfida di mostrare come l’antropologia possa servire a comprendere e migliorare il mondo in cui viviamo, portandola nelle piazze e nei quartieri della città, nelle scuole, nei luoghi del lavoro, del consumo e del tempo libero.

La biblioteca del Mudec ospita oltre 4000 titoli inerenti i temi dell’antropologia, della storia delle esplorazioni e della cultura materiale delle popolazioni native. Inoltre il museo custodisce un patrimonio di testimonianze relative alla cultura immateriale: foto, filmati e riproduzioni audio. Queste e molte altre risorse digitali costituiscono uno strumento che il museo offre alla cittadinanza per approfondire le proprie conoscenze e scoprirne di nuove.

L’evento prevede una breve presentazione del patrimonio libraio e archivistico del museo a cura della
conservatoria. Il pubblico verrà invitato a visitare la “Sala lettura”, un luogo raccolto e rilassante dove
informarsi su temi inerenti l’antropologia e dove sono presenti anche libri giocattolo per i più piccoli centrati
sul tema.

L’iniziativa si inserisce nel più vasto programma, composto da più di quaranta eventi disseminati per tutta
Milano, organizzato da DACS Dottorato Antropologia Culturale e Sociale – Bicocca e Università degli
Studi di Milano-Bicocca.

L’evento è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili

Fare famiglia oggi

DIALOGHI TRA ANTROPOLOGIA, DIRITTO E STUDI DI GENERE ALL’INTERNO DELLA MOSTRA “FAMILY”

Giovedì 20 febbraio alle ore 18,30

All’interno della mostra Elliott Erwitt. Family

Antropologhe, psicologhe e giuriste animeranno un dibattito itinerante sui significati del fare e dell’essere famiglia di fronte alle foto della mostra “Family” di Elliot Erwitt per presentare lo Special Issue:

Kinning and de-kinning: rethinking kinship and relatedness from its edges
Antropologia 6, 2 (curato da Corinna Sabrina Guerzoni e Alice Sophie Sarcinelli)

Intervengono:
Alice Sophie Sarcinelli (Laboratoire d’Anthropologie Sociale et Culturelle/Associazione Blimunde. Sguardi di donne su salute e medicina)

Marica Moscati (Senior Lecturer in Family Law, University of Sussex)

Federica De Cordova (Università degli Studi di Verona e Centro di ricerca PoliTeSse – Politics and Theories of Sexuality)

Anaïs Martin (Centre Norbert Elias, Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales de Marseille)

Modera: Corinna Sabrina Guerzoni (WFI, Los Angeles, IED di Milano) 

Ingresso ridotto alla mostra (5€ invece di 12€) previa iscrizione obbligatoria entro il 10/2 a associazioneblimunde@gmail.com

NASCERE A MILANO

MUDEC_Banner_1200x628_2Donne, Alberi ed identità: provenienza e rigenerazione in mondi nuovi
Anthropology Day

Giovedì 20 febbraio ore 18:30 – Spazio delle Culture “Khaled al-Asaad”

L’albero è un’allegoria dell’essere umano: le radici somigliano ai piedi, che traggono nutrimento dalla terra, il tronco coincide col corpo e la chioma con la testa che porta i frutti e i semi con i quali la pianta si rigenera.

“Donne-Alberi” è una proposta che coinvolge artiste e poetesse internazionali. Un’intensa performance poetica accompagnata da danze e focalizzata sul ruolo della donna e la sua capacità di rigenerazione. Con esibizioni artistico-poetiche di: Betty Gilmore (Usa), Madeleine Mbita Nna (Camerun), Ana Maria Pedroso Guerrero (Cuba), Antje Stehn (Germania) e Neslihan Yilmazel (Turchia).

Progetto di Ana Maria Pedroso Guerrero e Antje Stehn, con la consulenza dell’antropologa Letizia Roffia.

A cura di Associazione Cubeart

REGNI HIMALAYANI. THE FRIENDSHIP HIGHWAY

NGE_Himalaya_2160x1080Giovedì 20 febbraio alle ore 19:30

La “Friendship Highway”, ovvero “ Strada dell’amicizia “ è un percorso attraverso due terre combacianti eppure completamente differenti: il Nepal è l’acqua, il verde, il riso, il caldo, i fiori che inghirlandano le figure sacre; il Tibet è la pietra, il turchese dei laghi, il bianco lattescente degli immensi nevai, è il lumino tremolante delle lampade a burro nei templi bui.

Ingresso gratuito con prenotazione al link