1135 events found.

IKEBANA, L’ARTE DEI FIORI VIVENTI:  UNA STORIA GIAPPONESE A cura del Chapter Ikebana Ohara Milano

A cura del Chapter Ikebana Ohara Milano
Inaugurazione giovedì 20 ottobre ore 17.30
Dal 21 al 30 ottobre 2016

Sabato 22 e sabato 29 ore 17.00: Conferenza “L’Ikebana, arte tradizionale giapponese”
mercoledì 26 ore 18.00 : “Le basi e l’arte dell’ikebana” dimostrazione
 
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

A cura di Garden Club Milano, in collaborazione con il Comune di Milano, e con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano.
Evento per i 150° anniversario delle relazioni tra Italia e Giappone.
L’ikebana è un’arte tradizionale giapponese che fa rivivere fiori e rami freschi in composizioni di grande bellezza. La combinazione di fiori e di rami, la disposizione particolare di pochi elementi che crea uno spazio interessante, la relazione con la stagione e con la vita della natura sorprendono e attraggono anche l’osservatore occidentale.
Il Chapter Ikebana Ohara ci accompagna lungo la storia dell’ikebana, mettendo in mostra composizioni di fiori vivi, preziosi libri antichi, oggetti e vasi storici e moderni tratti dalla collezione del MUDEC normalmente non esposta e da collezioni private, sostegni e attrezzi per la pratica dell’arte.
Pannelli esplicativi guideranno il visitatore in un percorso storico che arriva ai nostri giorni. Infatti, l’ikebana non continua semplicemente una tradizione, ma esprime lo spirito del nostro tempo, rinnovando un rapporto creativo con la natura.
 
Orari mostra: martedì, mercoledì e venerdì ore 16 – 19.30; giovedì 16 – 22.30; sabato ore 11.30 – 22.30; domenica ore 11.30 – 19.30; lunedì chiuso.  Ingresso gratuito

L'ikebana, arte tradizionale giapponese

sabato 22 ottobre 2016 ore 17.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Conferenza a cura del Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

La conferenza concerne l’ikebana tradizionale, attualizzato ed insegnato ancor oggi dalla maggior parte delle Scuole giapponesi; se ne mostreranno le regole, che lo differenziano sia dall’ikebana contemporaneo/attuale che dalla decorazione floreale occidentale.
Tali regole sono applicate anche alle altre forme d’arte, dalla pittura, ai giardini, alla disposizione del cibo; si tratta delle caratteristiche giapponesi che risultano “tipiche” agli occhi occidentali: l’asimmetria, la semplicità, il vuoto, la gerarchia, l’eliminazione del superfluo, l’uso dei numeri dispari.

AVVENTURE PREISTORICHE

Visita animata + laboratorio (90′)
Domenica 23 ottobre 2016 ore 10.30
Famiglie con bambini 6 – 11 anni

Se siamo qui, oggi, è perché per milioni di anni i nostri antenati hanno affrontato incredibili avversità e pericoli, cavandosela spesso per il rotto della cuffia, grazie alle nostre caratteristiche speciali e alle nostre conquiste culturali, ma anche a molta fortuna! Conquistiamo passo dopo passo, in questa avventurosa visita-gioco, tutti i requisiti che ci permetteranno di “sopravvivere” fino al presente e di scoprire un affascinante reperto sepolto… al MudecLab!
Costo: 14 € a bambino – 19 euro adulto (ingresso+attività), prenotazione consigliata.
Si consiglia la prenotazione con prevendita sul sito www.ticket24ore.it o chiamando l’infoline 02.54917.
Possibilità di acquisto in cassa il giorno stesso, salvo disponibilità.
avventure-preistoriche

Le basi e l'arte dell'ikebana

mercoledì 26 ottobre 2016, ore 18.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Dimostrazione tenuta dal Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

Nella dimostrazione, sarà eseguita una composizione tradizionale attuale della Scuola Ohara, e si parlerà dell’origine simbolico-religiosa delle regole compositive già spiegate nella conferenza ossia, man mano che la composizione prende forma, la ragione per cui i vegetali sono disposti in modo da riprodurre simboli religioso/filosofici tipici del Giappone.

L'ikebana, arte tradizionale giapponese

sabato 29 ottobre 2016 ore 17.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Conferenza a cura del Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

La conferenza concerne l’ikebana tradizionale, attualizzato ed insegnato ancor oggi dalla maggior parte delle Scuole giapponesi; se ne mostreranno le regole, che lo differenziano sia dall’ikebana contemporaneo/attuale che dalla decorazione floreale occidentale.
Tali regole sono applicate anche alle altre forme d’arte, dalla pittura, ai giardini, alla disposizione del cibo; si tratta delle caratteristiche giapponesi che risultano “tipiche” agli occhi occidentali: l’asimmetria, la semplicità, il vuoto, la gerarchia, l’eliminazione del superfluo, l’uso dei numeri dispari.

AVVENTURE PREISTORICHE

Visita animata + laboratorio (90′)
Domenica 30 ottobre 2016 ore 10.30
secondo turno ore 15.00
Famiglie con bambini 6 – 11 anni

Se siamo qui, oggi, è perché per milioni di anni i nostri antenati hanno affrontato incredibili avversità e pericoli, cavandosela spesso per il rotto della cuffia, grazie alle nostre caratteristiche speciali e alle nostre conquiste culturali, ma anche a molta fortuna! Conquistiamo passo dopo passo, in questa avventurosa visita-gioco, tutti i requisiti che ci permetteranno di “sopravvivere” fino al presente e di scoprire un affascinante reperto sepolto… al MudecLab!
Costo: 14 € a bambino – 19 euro adulto (ingresso+attività), prenotazione consigliata.
Si consiglia la prenotazione con prevendita sul sito www.ticket24ore.it o chiamando l’infoline 02.54917.
Possibilità di acquisto in cassa il giorno stesso, salvo disponibilità.
avventure-preistoriche

Dall'Eurosistema a un modello di credito sostenibile

mercoledì 2 novembre 2016 ore 17.15

Spazio delle Culture Khaled al Asaad

Conferenza/tavola rotonda “Dall’Eurosistema a un modello di credito sostenibile”, e presentazione del libro omonimo di Davide Franco.
Con il prof. Massimo Ferracci. Modera Carlos Weilg, presenta Lorena Martinez.
In chiusura concerto pianistico di Red Radoja
A cura di Soc.Coop. Onlus Co.E.Fra e Associazione Paradigma

Dai libri al viaggio: conversazione

giovedì 3 novembre 2016 ore 18.30

Spazio delle Culture Khaled al Asaad

Toni Maraini erede di una famiglia di straordinari viaggiatori del ‘900 e penna raffinata, cittadina orgogliosa del mediterraneo e del mondo altro ed Elena Dak, viaggiatrice per mestiere e per passione, nomade tra i pastori del mondo e scrittrice conversano davanti ad un te’ verde alla menta sul senso del viaggio oggi e del viaggiare oltre ‘il muro delle idee’.

Downtown ’81

Visita Guidata alla mostra tematica (60’)
Giovedì 3 novembre ore 19.30

Il percorso pone l’accento sul contesto in cui questo genio ribelle ha vissuto e operato: la scena newyorkese degli anni ’80, palcoscenico di fenomeni come il graffititsmo, la cultura rap e hip pop, l’esplosione del mercato dell’art e degli artisti superstar. È stato un mondo di bianchi, borghesi e radical chic quello che ha consacrato Jean Michel come artista internazionale, catapultandolo in brevissimo tempo dagli ambienti urbani underground al jet set dell’arte newyorkese, dominato da galleristi, mercanti e collezionisti perennemente a caccia di nuovi talenti da trasformare in merce di scambio.
Vedremo come lungo questo suo percorso, tanti sono i personaggi influenti dell’epoca incontrati dal giovane artista: Andy Warhol, Madonna, Keith Haring, Larry Gagosian, perfino Gene Kelly.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata
Acquista qui

Arto Lindsay around Basquiat

Venerdì 4 novembre 2016 ore 18:00
In occasione del festival JAZZMI, inserito nella rassegna JAZZ & BASQUIAT, in collaborazione con YAMAHA

Arto Lindsay racconta a Carlo Antonelli il suo incontro con Basquiat.
Persona rara, Arto Lindsay ama la vita così com’è, brasiliano in questo e non solo per vissuto. Cammina per le strade di Rio de Janeiro (dove abita), New York, Tokyo, Napoli con lo stesso passo buffo- conosce bene la commedia comica statunitense anni 30/50, di sicuro- e con quello sguardo da monello buono sotto gli occhialetti tondi che gli ha permesso di convivere da sempre e con la massima tranquillità tra rumore bianco e la più intima delle ninnananne. Arto: reale, umano, penzolante da sempre in una zona sfumata tra seduzione e isolazionismo. Nerd prima del digitale, cui appartiene di fatto, avendolo vissuto in anticipo. Pura e fresca Nuova Onda che in lui -come forse in nessun altro- fonde Francia con Cinema Novo, Gilles Deleuze coi carri del carnevale.