Monumento a Roberto Franceschi

Autore: Collettivo di quaranta artisti
Titolo: Monumento a Roberto Franceschi
Datazione: 1977
Collocazione: via Fernando Bocconi 22, Milano

In alto: Collettivo di quaranta artisti, Monumento a Roberto Franceschi, 1977, via Fernando Bocconi 22, Milano, foto Andrea Scuratti – Comune di Milano.

Non un vero e proprio monumento, ma una sorta di enorme readymade utilizzato con funzione di memoriale: questo è l’enorme maglio in acciaio alto sette metri, prelevato da un deposito di materiali industriale dismessi e collocato sul luogo dove era caduto Roberto Franceschi, studente ucciso dalla polizia nel 1973 durante una manifestazione nei pressi dell’Università Bocconi.

A seguito dell’uccisione di Roberto Franceschi, la famiglia aveva posto una lapide, più volte vandalizzata, nei pressi dell’Università Bocconi. A un anno dal tragico evento, i suoi compagni si rivolsero allo scultore Alik Cavaliere, che aveva studio nelle vicinanze, per impegnarsi nella realizzazione di un’opera commemorativa. Ne nacque un intenso dibattito, che portò a un concorso di idee, nessuna delle quali era però ritenuta idonea: segno evidente della difficoltà di erigere un monumento in epoca contemporanea. Una nuova commissione, capeggiata tra gli altri dal designer e artista Enzo Mari, portò all’idea di prelevare e collocare sul posto un grande elemento industriale dismesso, simbolo della unione tra movimento studentesco e mondo operaio. Fu trovato questo maglio metallico che venne trasportato e messo in posa, senza l’autorizzazione formale del Comune, sul luogo dell’uccisione di quattro anni prima, il 16 aprile 1977, come memoria per Franceschi e per “tutti i caduti delle lotte popolari dal ’45 ad oggi”: alla presenza in massa degli studenti si unì una folta manifestazione operaia.

Il 23 gennaio del 2013, l’allora Sindaco Giuseppe Pisapia ufficializzava il riconoscimento da parte del Comune del manufatto come monumento pubblico, alla presenza di Enzo Mari, del rettore della Bocconi, Andrea Sironi, e della Presidentessa Onoraria della Fondazione Roberto Franceschi, Lydia Franceschi.

Top