VISIONI D’ARTE

Visioni_dArte_banner_avanguardiaDomenica 18 febbraio
Orario: 16.30
Sede: Auditorium Mudec

“Come grida l’avanguardia. L’onda lunga del Futurismo”

L’Associazione Culturale Silvia Dell’Orso nell’ambito del palinsesto Novecento Italiano, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, presenta la tradizionale assegna cinematografica che porta in scena film e documentari di divulgazione dei beni culturali. La prima giornata “Come grida l’avanguardia. L’onda lunga del Futurismo” prevede un focus sui maggiori protagonisti del Futurismo italiano, Balla, Boccioni, Severini e Carrà. Gli ultimi due, qui intervistati dopo la seconda grande guerra, confermano la lunga e innovativa parabola del Futurismo e non solo. Chiusura con un’inedita e curiosa sintesi della rassegna: Arte italiana 1910-1950, per la regia di un giovane Folco Quilici.

Giacomo Balla e il Futurismo

(14’), Italia, 1977, di Ugo la Rosa, © e gentile concessione della Cineteca Nazionale di Roma

Boccioni a Milano

(34’), Italia, 1983, di Raffaele Andreassi

Personale di Gino Severini

(10’), Italia, 1960, di Emilio Lavagnino, © e gentile concessione della Cineteca Nazionale di Roma

Dieci minuti con Carlo Carrà

(11’), Italia, 1956, a cura di Giancarlo Fusco, regia di Vieri Bigazzi

Arte italiana 1910-1950

(9’), Italia, 1958, di Folco Quilici, © e gentile concessione della Cineteca Nazionale di Roma

 

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti.