PAESAGGIO SONORO E MEMORIA VISIVA

Giovedì 24 gennaio ore 18:30

Conferenza con musica e allestimento multimediale
Spazio delle Culture

L’evento Paesaggio sonoro e memoria visiva, si inscrive in un ciclo di tre appuntamenti, il primo dei quali, dal titolo Il sapore dell’arte rupestre, si è tenuto il 6 settembre 2018.

Ogni paesaggio è un paesaggio sonoro, palcoscenico nel quale è immersa l’esperienza umana e che caratterizza ogni cultura, di oggi e del passato. Prendendo ad esempio un paesaggio che ci è famigliare, possiamo cercare di ripercorrere i suoni che lo hanno costituito, nel suo aspetto Naturale e in rapporto alla presenza dell’uomo, dall’antichità ai giorni nostri.
Ambienti sonori che, sovente, si sono fissati nella nostra memoria visiva, sono quasi richiami onirici ed offrono occasioni di riflessione e poesia. Potremmo trovarli in opere d’arte e riconoscerli anche nelle più antiche espressioni dell’arte rupestre.
La conferenza sarà animata da momenti musicali dal vivo ed assumerà carattere performativo
nell’evocazione di suoni con oggetti naturali che ricreeranno l’atmosfera di un paesaggio sonoro.
Un pannello dipinto si animerà attraverso l’uso di videomapping a richiamare, in un paesaggio, differenti momenti dei suoi aspetti sonori, naturali e culturali.

Parteciperanno: Giulio Calegari (relatore e regista dell’evento) con la collaborazione di Daniele Delfino (artista Etnomusicologo), Franco Zanetti, Pierpaolo Ceccarini e Elia Misesti (artisti multimediali).

Evento gratuito fino a esaurimento posti disponibili.