“Il Popolo della Terra. “I Mapuches”

Venerdì 10 giugno 2016 ore 17.30 – 19.30
Spazio delle Culture

a cura delle Associazioni Proficua, Alpiandes e Baobab

Conferenza e performance con letture, musiche e danze sui Mapuches, una società millenaria che possiede una lingua, uno stile di vita e un’organizzazione propria. Una società che si è sviluppata come nazione in modo libero e indipendente e che lotta per la riconquista delle sue terre base fondamentale della propria cultura. La chiave di lettura è il nome stesso di questo popolo del sud del mondo, che per secoli ha abitato la terra che Neruda descrive come un petalo che si allunga sul mare, il Cile. Ed è proprio il rapporto con la terra il fondamento da cui muovono e in base al quale prendono forma la cultura, l’organizzazione politica e sociale, l’economia e la stessa vita quotidiana del popolo Mapuche.
Le loro battaglie, la lunga ed estenuante resistenza al dominio spagnolo così come la lotta e le rivendicazioni che stanno portando avanti dalla fine della dittatura di Pinochet a tutt’oggi, acquisiscono il loro senso reale e profondo a partire da un peculiare rapporto con la terra, dall’intenso sentimento di appartenenza ad un suolo e ad una natura pervasi di sacralità in ogni aspetto e manifestazione.
I Mapuches sono l’unico dei popoli autoctoni delle americhe che resiste per secoli alla colonizzazione, conservando, fino alla costruzione dello Stato cileno nel 1810, il possesso dei propri territori nel sud del Cile.
Interverranno Margarita Clement – insegnante di Arte e Intercultura; Felisa Alvear – coreografie, canto e letture; Roberto Carusi – letture; Veronica Alvear – canto e danza.