17 events found.

Jean-Michel Basquiat: The Radiant Child – proiezione

Giovedì 19 gennaio ore 19.30
uditorium Mudec

Anno di produzione: USA 2010
Regia di Tamra Davis. Con Jean-Michel Basquiat
Casa di produzione: Arthouse Films
Durata: 88”
Musiche: J. Ralph, Adrock, Mike D
Capienza della sala: 200 pax (ad esaurimento posti)
Ingresso: gratuito su prenotazione

Trama

Documento biografico completo, intimo ed emozionante, su Jean-Michel Basquiat. Prodotto e diretto nel 2010 da Tamra Davis, amica intima di Basquiat, e realizzato intrecciando una rara intervista, registrata poco prima della morte dell’artista, con eccezionali documenti che raccontano la sua straordinaria attività artistica. Frammenti video narrano in maniera efficace non solo la sua rapida ascesa e l’altrettanto veloce declino, ma l’intero background newyorkese nel quale tutto questo ha potuto prendere forma. Arricchito da numerose testimonianze di amici, artisti e galleristi (tra essi Julian Schnabel, Annina Nosei e Bruno Bischofberger), The Radiant Child restituisce il clima tra gli anni Settanta e Ottanta in cui si è affermato il “fenomeno” Basquiat.

Trailer
Prenota ora

Visita guidata alla mostra Homo sapiens

Homo sapiens. Le nuove storie dell’evoluzione umana (60’)
Sabato 21 gennaio ore 18.00

Una visita guidata per adulti che non abbiano timore di avventurarsi alla temeraria scoperta delle proprie origini…
Seguiremo le peripezie del genere Homo, dai suoi esponenti più antichi fino si nostri più diretti antenati, muovendoci impavidi tra i rami intricati del cespuglio evolutivo di cui anche noi facciamo parte.
Cammineremo, osserveremo, penseremo e scopriremo, perché per questo siamo fatti da sempre.
Alla fine del viaggio le domande saranno più delle risposte, ma saremo di certo un po’ più ‘sapiens’, pronti a continuare il lungo cammino della nostra specie alla ricerca delle nuove storie dell’evoluzione umana.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata.
Acquista qui

Jean Michel Basquiat

Visita Guidata alla mostra (60’)
Sabato 21 gennaio alle 16.30

Come ogni artista “maledetto” Jean-Michel Basquiat, scomparso nel 1988 a soli 27 anni, è riuscito nell’arco brevissimo di pochi anni a costruire una leggenda attorno alla sua figura e alla sua arte.
In modo diretto e apparentemente infantile Basquiat è stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata

Acquista qui

L’America degli anni ’80 – conferenza

Domenica 22 gennaio ore 11.00
uditorium Mudec

Relatori: Gianni Mercurio con Edo Bertoglio e Maripol
Capienza della sala: 200 pax (ad esaurimento posti)
Ingresso: gratuito su prenotazione

Gianni Mercurio, curatore della mostra, dialoga con Edo Bertoglio, fotografo e regista svizzero, che ha lavorato per “Interview” di Andy Warhol e ha documentato la vita artistica e musicale dei personaggi della Downtown di New York degli anni Settanta e Ottanta, tra i quali Jean-Michel Basquiat. In quegli anni fu fidanzato con Maripol, la famosa stilista che co-produsse Downtown 81 assieme a Glenn O’Brien.

Prenota ora

Back of the black

Visita Guidata alla mostra tematica (60’)
Giovedì 26 gennaio ore 19.30

L’hip pop, la moda Armani, le infinite donne, Charlie Parker. Queste sono solo alcune delle passioni di un ragazzo tormentato da un sentimento di inadeguatezza per il colore della sua pelle e dal fortissimo desiderio di affermarsi nel mondo dell’arte e di raggiungere la celebrità.
In questa visita, anche grazie alle parole dell’artista e di chi l’ha conosciuto, osserveremo come le sue opere siano una sintesi di vissuto autobiografico, denuncia sociale, orgoglio nero e ricerca della propria identità che, uniti ad un talento innato e primitivo, rendono Basquiat portavoce di questioni sociali e culturali estremamente attuali.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata.
Acquista qui

Basquiat e i segni della città – conferenza

Giovedì 26 gennaio ore 18.30
uditorium Mudec

Relatore: Vincenzo Trione
Capienza della sala: 200 pax (ad esaurimento posti)
Ingresso: gratuito su prenotazione

Jean-Michel Basquiat e New York. Momenti di un’avventura che conduce dalla strada al sistema dell’arte. Racconto di contraddizioni destinate a rimanere irrisolte.

Prenota ora

Jean Michel Basquiat

Visita Guidata alla mostra (60’)
Sabato 28 gennaio alle 16.30

Come ogni artista “maledetto” Jean-Michel Basquiat, scomparso nel 1988 a soli 27 anni, è riuscito nell’arco brevissimo di pochi anni a costruire una leggenda attorno alla sua figura e alla sua arte.
In modo diretto e apparentemente infantile Basquiat è stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata

Acquista qui

Downtown ’81

Visita Guidata alla mostra tematica (60’)
Giovedì 2 febbraio ore 19.30

Il percorso pone l’accento sul contesto in cui questo genio ribelle ha vissuto e operato: la scena newyorkese degli anni ’80, palcoscenico di fenomeni come il graffititsmo, la cultura rap e hip pop, l’esplosione del mercato dell’art e degli artisti superstar. È stato un mondo di bianchi, borghesi e radical chic quello che ha consacrato Jean Michel come artista internazionale, catapultandolo in brevissimo tempo dagli ambienti urbani underground al jet set dell’arte newyorkese, dominato da galleristi, mercanti e collezionisti perennemente a caccia di nuovi talenti da trasformare in merce di scambio.
Vedremo come lungo questo suo percorso, tanti sono i personaggi influenti dell’epoca incontrati dal giovane artista: Andy Warhol, Madonna, Keith Haring, Larry Gagosian, perfino Gene Kelly.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata
Acquista qui

Andy Warhol: A Documentary Movie – proiezione

Giovedì 2 febbraio ore 19.30
uditorium Mudec

Anno di produzione: USA 2006
Regia di Ric Burns. Con Laurie Anderson, Andy Warhol, Irving Blum, Candy Darling
Musiche: Brian Keane
Casa di produzione: High Line Productions, Steeplechase Films, Thirteen/WNet
Durata: 240”
Capienza della sala: 200 pax (ad esaurimento posti)
Ingresso: gratuito su prenotazione

Trama
La vita e la carriera del celebre artista Andy Warhol vengono ripercorse con particolare riferimento alla cultura underground newyorkese di cui fu massimo esponente e con una vasta gamma di materiale d’archivio, tra cui alcune immagini inedite delle icone realizzate dall’artista.

Trailer
Prenota ora

Jean Michel Basquiat

Visita Guidata alla mostra (60’)
Sabato 4 febbraio alle 16.30

Come ogni artista “maledetto” Jean-Michel Basquiat, scomparso nel 1988 a soli 27 anni, è riuscito nell’arco brevissimo di pochi anni a costruire una leggenda attorno alla sua figura e alla sua arte.
In modo diretto e apparentemente infantile Basquiat è stato in grado di portare all’attenzione del grande pubblico tematiche essenziali sull’identità umana e sulla questione dolorosa e aperta della razza. È stato un personaggio fondamentale nella storia contemporanea americana perché capace di intrecciare, unico per quei tempi, l’energia urbana dannata di New York con le sue radici africane segnate dalla schiavitù e dalla diaspora.
Costo: 19 euro per persona (ingresso + visita guidata), prenotazione consigliata

Acquista qui