372 events found.

IL SAPORE DELL’ARTE RUPESTRE. Tra scoperte e osservazioni etnoarcheologiche

Giovedì 6 settembre 2018
Sede: Sala Khaled al-Asaad
Ore: 18,30

CONFERENZA CON INTERVENTI ARTISTICO PERFORMATIVI

L’evento, organizzato dalla Fondazione Passaré, prende il via dal racconto delle scoperte e dalle considerazioni scaturite nel corso delle prime spedizioni effettuate da Giulio Calegari per lo studio dell’Arte rupestre in Eritrea, tra il 1993 ed il 1996, subito dopo l’indipendenza del Paese. In queste occasioni fu   possibile compiere osservazioni etnoarcheologiche che rivelarono un dialogo inedito tra gli attuali abitanti ed i siti archeologici: dal culto delle acque sante che sgorgano tra le grotte “ornate” a vere e proprie pratiche di litofagia nei confronti dei dipinti rupestri stessi.

Incuria, dimenticanza, timore, leggende, ritualità e nuova sacralizzazione dei luoghi, ci hanno permesso di riflettere sul rapporto tra l’uomo ed il suo passato, offrendoci la possibilità per una particolare interpretazione parallela a quella scientifica.

L’incontro al Mudec sarà occasione per aprire ad un immaginario contemporaneo dove il documento archeologico si fonde e dialoga con la musica, l’arte neotecnologica e la narrazione performativa. Senza che ne venga tradito il misterioso significato originale.

La conferenza sarà animata da momenti musicali dal vivo ed assumerà carattere di performances nei gesti e nella presentazione di colori naturali e frammenti di roccia “da mangiare”. Un pannello dipinto si animerà attraverso l’uso di video mapping, ad evocare il senso dello scorrere del tempo e delle narrazioni che si celano nelle antiche rovine.

 

Partecipano:

Giulio Calegari (relatore e regista dell’evento)

Francesco Marelli (relatore musicale)

Franco Cesare Zanetti, Pierpaolo Ceccarini e Cesare Rosa (artisti multimediali)

 

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili

Aperti per Voi in collaborazione con il Touring

Aperti per Voi in collaborazione con il Touring

Ogni ultimo sabato del mese i Volontari Touring Club Italiano accolgono i partecipanti a “I segreti della conservazione”, le visite tematiche programmate con la preziosa collaborazione degli addetti del Comune di Milano, Unità Organizzazione e sicurezza sedi, alla scoperta dei tesori dei Depositi del Mudec.

Ingresso gratuito. Registrati qui

Patrimonio Tessile e Strumenti Digitali: Interpretazioni Progettuali delle Caratteristiche Transculturali del Batik

“Incontri ed eventi”
Giovedì 5 luglio ore 19.00

a cura di Dott.ssa Lucie Decker, Dott.ssa Eugenia Moropurgo, Dott. Marco Torcolacci e Dott. Giovanni Lela.

In occasione del progetto espositivo “Dal batik all’Art Nouveau. Il filo che unisce oriente e occidente” presso lo Spazio delle Culture Khaled Al-Asaad fino al prossimo 26 agosto, il Mudec è lieto di ospitare l’incontro che verterà sulle riflessioni che giungono riguardo alle problematiche sulle identità iconografiche e le tecniche nell’ambito tessile e che fondano l’impianto teorico dei progetti che verranno presentati. Nello specifico gli elaborati prendono spunto dalla dimensione processuale del tessuto Batik, in quanto soggetto a trasposizioni geografiche e a processi di traduzione a livello tecnico e iconografico, dovuti parzialmente al colonialismo. I progetti vedono in un primo momento il generarsi una grafica digitale che rimanda nelle fattezze estetiche, quella che può essere una tela Batik sulla base di una serie di “dati nascosti” e in un secondo momento il realizzarsi della grafica grazie alla macchina digital wax print, che può essere intesa come interpretazione e evoluzione a livello digitale della tecnica artigianale del batik. Tali strumenti generano dunque delle traduzioni a livello iconografico e tecnico rappresentanti di nuove Identità del Batik.

Incontro a ingresso gratuito fino esaurimento posti (max. 20 persone).
Per informazioni e prenotazioni, inviare mail a: fortuna.pellegrini@fortcom.it

Lucie Decker Textile Designer di origine Francese con un background multidisciplinare, ha sostenuto di recente una ricerca di Dottorato nell’ambito del Design for Cultural Heritage, presso il Politecnico di Milano, e lavora oggi come textile designer nell’ambito della moda.

Marco Torcolacci: Laureato in nuove tecnologie dell’arte e in Comunicazione e Didattica Multimediale. Ha studiato e posto al centro della sua ricerca il fenomeno della traduzione e la questione dell’identità attraverso l’utilizzo di vari medium, con una particolare attenzione al digitale e al video.

Giovanni Lela: Laureato in Comunicazione Digitale nel 2009, successivamente si è occupato di sviluppo web per diversi anni. Attualmente è Tech lead presso LinkMe Sr.

Eugenia Moropurgo: Designer italiana alla ricerca di nuovi processi produttivi e di lavoro nel campo del Digital Crafts. Nel 2009 si è laureata al corso di design industriale dell’Università IUAV di Venezia. Dopo essersi trasferita a The Netherland per frequentare il Master in Social Design presso la Design Academy di Eindhoven. Parallelamente ai suoi studi, ha preso parte al programma di ricerca sull’artigianato e sullo sviluppo dell’Atelier Ruanda, con sede a Kigali, in Ruanda.

Aperti per Voi in collaborazione con il Touring

SEGRETI_CONSERVAZIONE

Aperti per Voi in collaborazione con il Touring

Ogni ultimo sabato del mese i Volontari Touring Club Italiano accolgono i partecipanti a “I segreti della conservazione”, le visite tematiche programmate con la preziosa collaborazione degli addetti del Comune di Milano, Unità Organizzazione e sicurezza sedi, alla scoperta dei tesori dei Depositi del Mude.

Ingresso gratuito. Prenota qui

La fortuna del kimono in Europa a cavallo tra Ottocento e Novecento

batik_3“Incontri ed eventi”
Giovedì 28 giugno ore 19.00

a cura della Dott.ssa Rossella Marangoni

In occasione del progetto espositivo “Dal batik all’Art Nouveau. Il filo che unisce oriente e occidente” presso lo Spazio delle Culture Khaled Al-Asaad fino al prossimo 26 agosto, il Mudec è lieto di ospitare l’incontro della dottoressa Rossella Marangoni che focalizzerà l’attenzione sull’arte dei kimono e sulla moda del “giapponismo” in Europa nel periodo a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Rossella Marangoni, laureata in Lingua e Letteratura giapponese all’Università di Torino, è una studiosa e ricercatrice in particolare sulle tematiche collegate all’esperienza del sacro in Giappone e alla cultura teatrale ed estetica del periodo Edo. Autrice di Zen, dizionario iconografico, opera tradotta in più lingue, e di numerosi saggi sulla cultura giapponese, è membro dell’ Associazione Italiana per gli Studi Giapponesi.

 Incontro a ingresso gratuito fino esaurimento posti (max. 20 persone).
Per informazioni e prenotazioni, inviare mail a: fortuna.pellegrini@fortcom.it

The Migrant School of Bodies

Giovedì 21 giugno ore 18.00

Auditorium Mudec

La rappresentazione della migrazione nella performance e nella coreografia contemporanee

Giovedì 21 giugno alle ore 18.00, il MUDEC ospiterà uno degli appuntamenti di “The Migrant School of Bodies” progetto a cura di Ariella Vidach e Maria Paola Zedda e vincitore del bando MigrArti – Spettacolo 3° edizione –MiBACT – Spettacolo dal vivo. Una giornata di incontri, performance, video e riflessioni sulle poetiche e pratiche decoloniali nella danza e nella performance contemporanea, mettendo in luce l’importanza dei processi partecipativi, così come i loro rischi, nel superamento dei confini culturali, nella trasmissione delle tradizioni e nella scrittura di nuovi codici di comunicazione condivisi.

A cura di Ariella Vidach Aiep
in collaborazione con Mo’O Me Ndama e Studio Azzurro

Con: Antonia Alampi (SAVVY Contemporary), Lynhan Balatbat – Helbock (Colonial Neighbours, SAVVY), Daniel Blanga Gubbay (Aleppo), Alessandro Pontremoli (Università Torino, commissione MiBACT).

L’ingresso all’incontro è gratuito con prenotazione al seguente indirizzo email: info@aiep.org

Dal batik all’Art Nouveau. Il filo che unisce oriente e occidente

· Giovedì 14 giugno ore 19.00
Visita guidata a cura di Laura Todeschini

In occasione della mostra “Dal batik all’Art Nouveau. Il filo che unisce oriente e occidente”, ospitata presso lo Spazio delle Culture del Mudec, giovedì 14 giugno alle ore 19.00 sarà possibile scoprire gli aspetti e le particolarità più interessanti di questo prezioso e antico tessuto orientale con una visita guidata della mostra a cura di Laura Todeschini, co-curatrice del progetto.
La visita guidata è gratuita, con obbligo di prenotazione (max 25 pax) al seguente indirizzo email: fortuna.pellegrini@fortcom.it.

Per informazioni clicca qui.

La Fiesta de Frida

FRIDA_FiestaDomenica 3 giugno 2018

Da mercoledì 30 maggio a domenica 3 giugno si festeggerà la chiusura della mostra di Frida Kahlo. Oltre il mito con 5 giornate di aperture straordinarie ed eventi speciali.

Mudec – dalle 9.30 alle 22.30

“Frida sono io!”: in occasione dell’ultima giornata di mostra, uomini, donne e bambini sono invitati a vestire i panni della grande artista messicana.
Tutti i visitatori che arriveranno al Mudec vestiti alla maniera di Frida Kahlo riceveranno uno speciale sconto sull’ ingresso alla mostra.
La gallery fotografica dell’evento sarà pubblicata sui social e sul sito della mostra.

Mudec – dalle 19.30 alle 24.00

Incursioni performative tratte dallo spettacolo teatrale “Le apparenze ingannano – PERFORMING FRIDA” a cura di Pleiadi Art Production.

• Nelle giornate di sabato e domenica, dalle 9.30 alle 24.00, nel cortile del Mudec ci saranno i due originalissimi bookshop itineranti della mostra: L’Ape Car e la cargo bike “La tienda de Frida”.

• Nella giornata di chiusura della mostra tutti i visitatori potranno portar con sé un ricordo di Frida Kahlo: da una grande boule si potranno “pescare” parole, poesie e pensieri della grande artista messicana.

La Fiesta de Frida

FRIDA_FiestaSabato 2 giugno 2018

Da mercoledì 30 maggio a domenica 3 giugno si festeggerà la chiusura della mostra di Frida Kahlo. Oltre il mito con 5 giornate di aperture straordinarie ed eventi speciali.

Mudec LAB – dalle 18.00 alle 21.00

Open Lab: crea la tua Calavera. Laboratorio estemporaneo dedicato al pubblico dei più piccoli in cui creare la tipica maschera messicana.

Design Store – dalle 18.30

Presentazione libro “From Frida with love”. Chiara Savino dialoga con Diego Sileo, curatore della mostra Frida Kahlo. Oltre il mito.

 Mudec – dalle 19.30 alle 24.00

Incursioni performative tratte dallo spettacolo teatrale “Le apparenze ingannano – PERFORMING FRIDA” a cura di Pleiadi Art Production.

Mudec Bistrot – dalle 19.00

Aperitivo mexican style – Birra Poretti con musica a cura di Radio24.

• Nelle giornate di sabato e domenica, dalle 9.30 alle 24.00, nel cortile del Mudec ci saranno i due originalissimi bookshop itineranti della mostra: L’Ape Car e la cargo bike “La tienda de Frida”.

La Fiesta de Frida

FRIDA_FiestaVenerdì 1 giugno 2018

Da mercoledì 30 maggio a domenica 3 giugno si festeggerà la chiusura della mostra di Frida Kahlo. Oltre il mito con 5 giornate di aperture straordinarie ed eventi speciali.

Mudec LAB – dalle 18.00 alle 21.00

Open Lab: crea la tua Calavera. Laboratorio estemporaneo dedicato al pubblico dei più piccoli in cui creare la tipica maschera messicana.

Mudec Bistrot – dalle 19.00

Aperitivo mexican style – Birra Poretti con musica a cura di Radio24.