38 events found.

L’ikebana, arte tradizionale giapponese

sabato 29 ottobre 2016 ore 17.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Conferenza a cura del Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

La conferenza concerne l’ikebana tradizionale, attualizzato ed insegnato ancor oggi dalla maggior parte delle Scuole giapponesi; se ne mostreranno le regole, che lo differenziano sia dall’ikebana contemporaneo/attuale che dalla decorazione floreale occidentale.
Tali regole sono applicate anche alle altre forme d’arte, dalla pittura, ai giardini, alla disposizione del cibo; si tratta delle caratteristiche giapponesi che risultano “tipiche” agli occhi occidentali: l’asimmetria, la semplicità, il vuoto, la gerarchia, l’eliminazione del superfluo, l’uso dei numeri dispari.

Le basi e l’arte dell’ikebana

mercoledì 26 ottobre 2016, ore 18.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Dimostrazione tenuta dal Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

Nella dimostrazione, sarà eseguita una composizione tradizionale attuale della Scuola Ohara, e si parlerà dell’origine simbolico-religiosa delle regole compositive già spiegate nella conferenza ossia, man mano che la composizione prende forma, la ragione per cui i vegetali sono disposti in modo da riprodurre simboli religioso/filosofici tipici del Giappone.

L’ikebana, arte tradizionale giapponese

sabato 22 ottobre 2016 ore 17.00
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Conferenza a cura del Dr. Mauro Graf, Presidente del Chapter Ikebana Ohara di Milano

La conferenza concerne l’ikebana tradizionale, attualizzato ed insegnato ancor oggi dalla maggior parte delle Scuole giapponesi; se ne mostreranno le regole, che lo differenziano sia dall’ikebana contemporaneo/attuale che dalla decorazione floreale occidentale.
Tali regole sono applicate anche alle altre forme d’arte, dalla pittura, ai giardini, alla disposizione del cibo; si tratta delle caratteristiche giapponesi che risultano “tipiche” agli occhi occidentali: l’asimmetria, la semplicità, il vuoto, la gerarchia, l’eliminazione del superfluo, l’uso dei numeri dispari.

IKEBANA, L’ARTE DEI FIORI VIVENTI:  UNA STORIA GIAPPONESE A cura del Chapter Ikebana Ohara Milano

A cura del Chapter Ikebana Ohara Milano
Inaugurazione giovedì 20 ottobre ore 17.30
Dal 21 al 30 ottobre 2016

Sabato 22 e sabato 29 ore 17.00: Conferenza “L’Ikebana, arte tradizionale giapponese”
mercoledì 26 ore 18.00 : “Le basi e l’arte dell’ikebana” dimostrazione
 
Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

A cura di Garden Club Milano, in collaborazione con il Comune di Milano, e con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano.
Evento per i 150° anniversario delle relazioni tra Italia e Giappone.

L’ikebana è un’arte tradizionale giapponese che fa rivivere fiori e rami freschi in composizioni di grande bellezza. La combinazione di fiori e di rami, la disposizione particolare di pochi elementi che crea uno spazio interessante, la relazione con la stagione e con la vita della natura sorprendono e attraggono anche l’osservatore occidentale.
Il Chapter Ikebana Ohara ci accompagna lungo la storia dell’ikebana, mettendo in mostra composizioni di fiori vivi, preziosi libri antichi, oggetti e vasi storici e moderni tratti dalla collezione del MUDEC normalmente non esposta e da collezioni private, sostegni e attrezzi per la pratica dell’arte.
Pannelli esplicativi guideranno il visitatore in un percorso storico che arriva ai nostri giorni. Infatti, l’ikebana non continua semplicemente una tradizione, ma esprime lo spirito del nostro tempo, rinnovando un rapporto creativo con la natura.
 
Orari mostra: martedì, mercoledì e venerdì ore 16 – 19.30; giovedì 16 – 22.30; sabato ore 11.30 – 22.30; domenica ore 11.30 – 19.30; lunedì chiuso.  Ingresso gratuito

天の原 ama no hara (le pianure del cielo)

Performance e mostra di calligrafia giapponese contemporanea
Domenica 16 ottobre 2016 alle ore 18:00
dimostrazioni e visite guidate alla mostra

Spazio delle Culture Khaled al-Asaad 
Per celebrare il 150°Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, l’associazione culturale shodo.it presenta una performance calligrafica del maestro Bruno Riva, membro della Japan Educational Calligraphy Federation (Nihon Kyōiku Shodō Renmei). La performance è accompagnata da una mostra di calligrafie giapponesi contemporanee che sarà visitabile per due giorni nello Spazio delle Culture al MUDEC.
La calligrafia in Giappone è stata in ogni epoca un importante strumento di espressione culturale, considerata allo stesso livello artistico della pittura. Oggi si confronta con le avanguardie contemporanee pur mantenendo vivi tutti gli elementi della tradizione, e viene praticata dai giapponesi ma anche da artisti occidentali. Rappresenta quindi uno splendido esempio del dialogo tra antico e moderno, oriente e occidente, che caratterizza la cultura giapponese di oggi.

Evento inserito nelle celebrazioni ufficiali  del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia
Con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano

Orario mostra: sabato 15 ottobre ore 12:00-22:00; domenica 16 ottobre ore 11:00-19:00
ingresso libero

天の原 ama no hara (le pianure del cielo)

Performance e mostra di calligrafia giapponese contemporanea
Sabato 15 ottobre 2016 alle ore 18:00
Performance calligrafica su grande formato di Bruno Riva con un’introduzione di Carmen Covito

Spazio delle Culture Khaled al-Asaad 
Per celebrare il 150°Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia, l’associazione culturale shodo.it presenta una performance calligrafica del maestro Bruno Riva, membro della Japan Educational Calligraphy Federation (Nihon Kyōiku Shodō Renmei). La performance è accompagnata da una mostra di calligrafie giapponesi contemporanee che sarà visitabile per due giorni nello Spazio delle Culture al MUDEC.
La calligrafia in Giappone è stata in ogni epoca un importante strumento di espressione culturale, considerata allo stesso livello artistico della pittura. Oggi si confronta con le avanguardie contemporanee pur mantenendo vivi tutti gli elementi della tradizione, e viene praticata dai giapponesi ma anche da artisti occidentali. Rappresenta quindi uno splendido esempio del dialogo tra antico e moderno, oriente e occidente, che caratterizza la cultura giapponese di oggi.

Evento inserito nelle celebrazioni ufficiali  del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia
Con il patrocinio del Consolato Generale del Giappone a Milano

Orario mostra: sabato 15 ottobre ore 12:00-22:00; domenica 16 ottobre ore 11:00-19:00
ingresso libero

TAVOLA ROTONDA “HOMO SAPIENS. LE NUOVE STORIE DELL’EVOLUZIONE UMANA”

Venerdì 30 settembre 2016 ore 11:00
Sede: Auditorium MUDEC – 56 Via Tortona, 20144 Milano

In occasione dell’apertura della mostra “Homo sapiens. Le nuove storie dell’evoluzione umana”, il MUDEC organizza una tavola rotonda con esperti, ricercatori, archeologi, conservatori e direttori di musei alla scoperta delle nostre radici e dell’evoluzione umana.

Nel corso dell’incontro saranno raccontate le nuove scoperte in questo ambito, i reperti importanti ritrovati negli ultimi mesi ed esposti in mostra e, più in generali, la lunga strada che l’Homo sapiens ha percorso. Dall’Africa all’Europa, dalle Americhe all’Asia: un lungo viaggio emozionante per ritrovare le nostre radici e comprendere il nostro futuro. Moderati da Carolina Orsini, capo conservatore del MUDEC, alle ore 11 in Auditorium del MUDEC ne parleranno Anna Alessandrello, Alfredo Coppa, Giorgio Manzi, Marco Peresani e Gigi Pezzoli.

L’accesso alla tavola rotonda è gratuito previa registrazione homosapiens-tavolarotonda.eventbrite.it

I partecipanti alla tavola rotonda che volessero visitare la mostra nella stessa giornata, avranno diritto al biglietto ridotto a 10 euro (anziché 12 euro)

tavola-rotonda

INCONTRO DI AVVICINAMENTO ALLA MOSTRA JEAN – MICHEL BASQUIAT

Giovedì 22 settembre 2016 alle 16:30

Come ogni artista “maledetto” Jean-Michel Basquiat, scomparso nel 1988 a soli 27 anni, è riuscito nell’arco brevissimo di pochi anni a costruire una leggenda attorno alla sua figura e alla sua arte.
Il curatore Gianni Mercurio accompagnerà il pubblico alla scoperta del grande personaggio di Jean Michel Basquiat, presentando in anteprima l’esposizione al Mudec che aprirà le porte il 28 ottobre 2016 con l’intento di mostrare il ruolo centrale di Basquiat nella generazione dei suoi artisti coetanei e la funzione della sua arte come un ponte di collegamento tra le diverse culture.

Prenota qui

Fiamma Montezemolo

Presentazione dell’artista, in conversazione con Cecilia Guida e Giulia Grechi
Introduce Iolanda Ratti, conservatrice di arte contemporanea MUDEC
giovedì 7 luglio 2016 ore 19.00
Sede: Spazio delle Culture Khaled al-Asaad

Fiamma Montezemolo conduce da anni una ricerca che sfugge alle definizioni di genere, posizionandosi in un territorio di mezzo che è punto d’incontro tra pratica artistica e antropologia.
I suoi lavori, site-specific, interdisciplinari, multimediali e partecipativi, partono dalla riflessione sul concetto di frontiera, intesa sia come luogo fisico – a partire dalle zone in cui ha lavorato come etnografa – sia come metafora di una esperienza personale, sociale e politica.
Durante l’incontro al MUDEC verranno approfondite da una parte la complessa problematica dell’“arte sociale”, dall’altra alcune questioni metodologiche legate ad un approccio profondamente interdisciplinare e inter-mediale.
L’artista presenterà il proprio lavoro video e ne discuterà con Cecilia Guida, docente presso l’Accademia di belle Arti di Firenze, direttrice e curatrice del programma UNIDEE-Università delle Idee di Cittadellarte-Fondazione Pistoletto di Biella e Giulia Grechi, antropologa, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e fondatrice di Routes Agency.

Incontro pubblico con Aleksandros Memetaj

Martedì 21 giugno 2016 ore 18.00 – 19.30
Sede: Teatro Menotti, Milano

Incontro pubblico con Aleksandros Memetaj, autore del testo “Albania casa mia” e Giampiero Rappa, regista dello spettacolo
in collaborazione con il Centro Culturale Albanese di Milano

Per maggiori informazioni