3 events found.

“I BAMBINI DI TEHERAN” Cortometraggio di Farian Sabahi

Martedì 13 febbraio
Orario: 10:00 – 19:00, ore 10:30 presentazione a cura dell’autrice
Sede: Auditorium Mudec

“I BAMBINI DI TEHERAN” Cortometraggio di Farian Sabahi

Una video-installazione che verrà proiettata al MUDEC che racconta al pubblico il gesto emerito dell’Iran che durante la Seconda Guerra mondiale accolse profughi polacchi, ebrei e cattolici, provenienti dall’Europa.  In particolare son protagonisti quattro ebrei polacchi, che all’inizio della guerra, scapparono dalla Polonia invasa dai tedeschi verso la Polonia occupata dai sovietici.

Da qui inizia la deportazione nei campi di lavoro in Siberia, poi in Uzbekistan in orfanotrofi spesso gestiti da istituzioni cattoliche. Una tappa importante del loro lungo viaggio e Teheran, che il 25 agosto 1941 fu invasa dalle truppe britanniche e sovietiche. Come loro circa un migliaio di bambini polacchi, chiamati appunto «I Bambini di Teheran» perché qui trascorsero il periodo più lungo delle loro peregrinazioni, prima di raggiungere quella che ancora era chiamata Palestina, dove furono smistati in base alle abitudini della famiglia di provenienza.

Un racconto toccante attraverso la forma del documentario-cortometraggio, rivolto a tutti con ingresso libero fino a esaurimento posti, per ricordare insieme una pagina toccante della nostra storia recente.

Presentazione a cura dell’autrice: ore 10:30

IL MESSICO AL MUDEC – Gli Aztechi di Frida e Diego

Giovedì 15 febbraio
Orario: 18.30
Sede: Auditorium MudecFRIDA_Palinsesto

Prof. Davide Domenici, Università di Bologna, curatore della mostra Il sogno degli antenati.
“Gli Aztechi di Frida e Diego. Il passato precoloniale nell’arte della rivoluzione messicana”

Archeologo americanista, ha preso parte a ricerche archeologiche a Nazca (Perù), Isola di Pasqua (Cile) e Teotihuacan (Messico); dal 1999 dirige il Progetto Archeologico Rio La Venta (Chiapas, Messico). Nell’opera di Frida Kahlo, Diego Rivera e di altri celebri artisti dell’epoca sono frequenti le rappresentazioni di scene di vita del Messico antico o le immagini di oggetti archeologici, spesso derivanti dalle loro collezioni personali. Le opere di questi artisti svelano il ruolo che il passato pre coloniale ebbe nella costruzione ideologica del Messico post-rivoluzionario.

Ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

 

Frida Kahlo. Oltre il mito: visita guidata

FRIDA_Banner_Sito_Mudec_ITA_M_883x446Giovedì 15 febbraio
Ore: 19.30
Visita guidata (60’)

Celebrata e mitizzata come icona femminile dell’arte del novecento la figura di Frida Kahlo resiste ogni tentativo di semplificazione. Un enigma che trascende il suo romanzo biografico, ma che la ricchissima raccolta di opere, fotografie e documenti inediti permetterà di sondare in tutta la sua eccezionale profondità, in un tentativo di risalire alla linfa rivoluzionaria della sua iconografia. Dai suoi contatti con le avanguardie europee, in special modo il surrealismo, alla sua radice messicana e al suo impegno politico seguiremo la parabola di una personalità multiforme in grado di sfidare ogni convenzione della sua epoca e di disegnare con la sua opera le tensioni e i conflitti che attraversano il “secolo breve”.

Tutti i giovedì alle h 19.30 e tutti i sabati alle h 16.45

Costo: € 20 adulti (ingresso + attività)

Si consiglia la prenotazione con prevendita sul sito www.ticket24ore.it o chiamando l’infoline 02.54917. Possibilità di acquisto in cassa il giorno stesso, salvo disponibilità.