2 events found.

Workshop di Leone Contini

Mercoledì 1 febbraio dalle 10,00 alle 18,00
e giovedì 2 febbraio dalle 12.30 alle 17,30
Sede: Mudec

Milano Città Mondo #02 Cina – Workshop

In occasione del progetto MILANO CITTA’ MONDO #02 CINA Mudec e Ufficio Reti e Cooperazione Culturale del Comune di Milano presentano due giornate di workshop dell’artista Leone Contini.
Wō wō wō – o 喔喔喔 – è l’onomatopeica cinese per il chicchirichì italiano, ed è un omaggio all’imminente avvento dell’anno del Gallo nel calendario cinese. Il laboratorio si rivolge ad artisti, etnografi e a chiunque sia interessato alla negoziazione delle identità attraverso il medium del cibo. Wō wō wō si sviluppa in due giornate di laboratorio, per concretizzarsi in un’azione partecipata incentrata sulla preparazione collettiva di un “banchetto cinese sincretico”, con particolare attenzione al raviolo (jiǎozi), piatto tipico del capodanno, e alle verdure cinesi a “km 0″ coltivate intorno a Milano. Il processo si articolerà attraverso l’esperienza diretta del campo, la così detta chinatown milanese, e il “fare” culinario, all’interno del MUDEC, ma sarà anche accompagnato da una riflessione teorica inerente le “poetiche” dell’alterità culturale nella società diasporica contemporanea, a cavallo tra lavoro etnografico e pratiche creative.
Giovedì 2 febbraio ore 17,30 conclusione del workshop con libera apertura al pubblico: preparazione dei ravioli cinesi e, a seguire, assaggio dei prodotti realizzati
Partecipazione al workshop libera fino ad esaurimento posti
Info e prenotazioni obbligatoria: C.MuseoCulture@comune.milano.it

SCARICA QUI LA IL CALENDARIO DELL’EVENTO

INCONTRO DI AVVICINAMENTO ALLA MOSTRA KANDINSKIJ, IL CAVALIERE ERRANTE

Mercoledì 1 febbraio
ore 16.00

Un incontro aperto a tutti per una speciale anteprima della mostra “Kandinskij, il cavaliere errante. Viaggio verso l’astrazione” che aprirà le porte al Mudec dal 15 marzo 2017.

I curatori dell’esposizione presenteranno il cuore del progetto che accosta opere provenienti dai più importanti musei russi, alcune delle quali mai viste prima in Italia, a esempi della cultura popolare, che influenzò in maniera decisiva l’immaginario visivo e la poetica dell’artista.

Una mostra arricchita da coinvolgenti apparati multimediali progettati appositamente per permettere al visitatore di “entrare” nei dipinti astratti e percorrerli.

La mostra sarà aperta al Mudec – Museo delle Culture
dal 15 marzo al 9 luglio 2017


Prenota qui